Friulanagas è da sempre in prima linea nell’informazione al cliente e nel diffondere i valori della sicurezza e qualità nel mondo dell’energia. Un settore dove Friulanagas ha sin dai propri esordi perseguito la propria vocazione di specialista del G.P.L. in tutti i suoi utilizzi e nelle sue differenti modalità di distribuzione.

Il fenomeno del riempimento abusivo di bombole, forte della capacità di attrarre l’attenzione attraverso prezzi civetta, è tutt’oggi presente sul territorio ed espone l’utente finale a gravi rischi per la propria incolumità. Non è, difatti, raro imbattersi in operatori e venditori improvvisati, privi di qualsiasi licenza e che operano pericolose attività di imbottigliamento con mezzi di fortuna, mettendo così a serio rischio l’incolumità dell’acquirente inconsapevole.

In proposito, gli ultimi dati disponibili relativi al 2015 raccolti da CIG (Comitato Italiano Gas), su mandato dell’Autorità Garante per l’Energia Elettrica e il Gas, riportano un numero significativamente alto di incidenti provocati da bombole di GPL, più di uno alla settimana (57 in totale nel solo 2015). Gli stessi dati evidenziano che la causa prevalente degli incidenti registrati e dei danni subiti dalle persone consiste nell’uso scorretto e contrario alle prescrizioni di legge (UNI 7131:2014, UNI/TR 11426:2011, UNI EN 1949:2013) delle bombole di GPL e in particolare nel loro riempimento abusivo.

Per quanto riguarda il G.P.L. in bombole, Friulanagas controlla tutta la filiera in modo autonomo, dall’importazione della materia prima all’imbottigliamento, ai ricollaudi e manutenzioni periodiche dei recipienti. Non solo, attraverso i propri rivenditori autorizzati, Friulanagas fornisce al consumatore competenza e professionalità anche nel momento dell’installazione della bombola presso la propria casa o nel periodico cambio di indispensabili accessori quali la valvola di sicurezza e il tubo flessibile di collegamento.

È giusto evidenziare, inoltre, che il riempimento abusivo espone non solo a rischi per la propria incolumità, ma anche ad una sanzione fino a 10.000 euro per chi riempie e fino a 4.000 euro per chi richiede il riempimento (art. 18, D.Lgs. 128/2006).

Nessuno vuole mettere a repentaglio la propria salute e quella dei propri cari per qualche euro di apparente risparmio. Dietro la bombola esiste un mondo fatto di controlli rigorosi sul recipiente e sul corretto livello di imbottigliamento. Rivolgetevi ai rivenditori autorizzati Friulanagas e avrete la garanzia di portare nelle vostre case un prodotto sicuro e di qualità.